10 frasi che segnano il processo di Johnny Depp e Amber Heard

Johnny Depp e Amber Heard, divorziati nel 2017, sono tornati in aula dopo la causa in cui l’attore chiede 46 milioni di euro all’ex moglie per diffamazione, con l’attrice avanzata con un’analoga accusa, ma chiedendo 93 milioni. Il caso, iniziato l’11 aprile, sta per concludersi. Ricordiamo qui le frasi che hanno segnato finora il processo

“Dì al mondo che Johnny Depp è vittima di violenza domestica”

È stata la prima sentenza del processo a essere ripresa dalla stampa. Durante il primo giorno di audizione dell’attore, i suoi avvocati hanno riprodotto la registrazione di una conversazione tra l’ex coppia che, su richiesta dell’attrice, si trova in una stanza d’albergo a San Francisco.

Nell’audio si sente Depp proporre una “soluzione pacifica” al loro divorzio: una lettera congiunta in cui la coppia affermava di amarsi e che la stampa aveva creato intorno a loro una tempesta. Tuttavia, l’attrice resiste all’idea e sfida il suo ex marito a rendere pubblica la sua affermazione di essere stato abusato.

«Dillo al mondo, Johnny. Di’ loro che anche io, Johnny Depp – un uomo – sono vittima di violenza domestica”.

Alla domanda dell’avvocato su cosa avrebbe risposto se gli fosse stato chiesto se fosse stato vittima di violenza domestica, Depp ha risposto: “Sì, lo sono”.

“Affoghiamola prima di bruciarla”

Lo stesso giorno, Johnny Depp si è confrontato anche con i messaggi che ha scambiato con gli amici sulla sua relazione con Amber Heard e in cui affermava di essere un “mostro” e che voleva annegare e bruciare la sua ex moglie. «Affoghiamola prima di bruciarla. Dopo, vado a scopare il suo cadavere bruciato per assicurarmi che sia morta.

Johnny Depp il primo giorno della deposizione

Tra i testi ce ne sono stati diversi inviati dall’attore a Paul Bettany, dove ha confessato di essersi trasformato dopo aver “bevuto troppo”. Negli scambi di testo, Johnny Depp avrà persino detto che la sua ex moglie era una “sporca puttana” che voleva vedere morta.

Interrogato in tribunale sui messaggi che ha scambiato, Depp ha detto di non essere “orgoglioso di nessuno dei termini che usava quando era arrabbiato”, ma ha finito per dire che i messaggi erano un riferimento “diretto” a un episodio di Monty Python ( serie comica britannica) e che si trattava solo di “umorismo irriverente e astratto”.

“È un film che abbiamo visto tutti quando avevamo dieci anni. È solo un umorismo astratto e irriverente. Il testo sull’incendio della signora Heard viene dai Monty Python e l’episodio parla dell’incendio di streghe”, ha detto alla corte, cita il Washington Post .

“Non ho mai picchiato nessuna donna in vita mia”

Johnny Depp, che è stato ascoltato in tribunale per quattro giorni, ha anche garantito in tribunale di non aver mai picchiato Heard o un’altra donna, dicendo che quello che è successo nella relazione era l’opposto, con Amber Heard che è diventata violenta nel tempo. tempo, arrivando persino a prenderlo in giro e chiamarlo “nomi che lo umiliano”.

“Se fossi rimasto a discutere, prima o poi ero sicuro che si sarebbe trasformato in violenza, e spesso è successo”, ha detto.

Affermando di essere “ossessionato dalla verità”, Johnny Depp ha inoltre affermato che le accuse contro di lui di violenza domestica erano “inquietanti e atroci” e “non basate su alcun tipo di verità”.

“Non sono mai arrivato al punto di picchiare la signora Heard. Né ho mai picchiato nessuna donna in vita mia.”

“Non l’ho identificata come vittima di violenza domestica”

Dopo che Depp è stato ascoltato, è stato il turno dell’attore che la difesa ha chiamato i testimoni, incluso l’ufficiale della polizia di Los Angeles che si è occupato dell’incidente a casa della coppia il 21 maggio 2016, avvenuto pochi giorni prima dell’incidente. l’attrice chiede il divorzio e presenta una richiesta di ordine di rimozione contro l’attore.

In una dichiarazione preregistrata, Melissa Saenz ha dichiarato che quando è arrivata alla residenza, poteva vedere che l’attrice stava piangendo, ma che non aveva segni di ferita.

La testimonianza di Melissa Saenz viene rilasciata in tribunale (EPA/BRENDAN SMIALOWSKI)

“Il marito non era sul posto e la vittima ci ha detto che c’era stata una discussione e che non aveva intenzione di darci ulteriori informazioni. E poiché non abbiamo identificato un crimine, gli abbiamo dato un biglietto da visita, dicendogli che avrebbe potuto contattarci in seguito se avesse cambiato idea e avesse voluto collaborare”, ha detto Saenz.

L’agente ha anche affermato di non aver assistito ad alcuna violenza contro l’attrice, né di aver visto alcuna prova del crimine durante il periodo in cui era sulla scena.

“Non l’ho identificata come vittima di violenza domestica”ha detto, citato da EFE, aggiungendo che l’attrice “il suo viso era rosso e gonfio per il pianto”.

“Egli è andato contro una porta, o una porta è andata contro di lui”

Anche Malcolm Connolly, la guardia di sicurezza di lunga data di Johnny Depp, è stato ascoltato in tribunale e ha detto che Amber Heard “si sarebbe raffreddata in uno schiocco di dita” e ha rivelato che, a un certo punto, ha iniziato a notare segni di violenza sull’attore. “C’erano graffi sul collo, forse un labbro gonfio. Aveva un livido nell’occhio. Ha iniziato a essere più regolare. Non ogni settimana, ma è successo”.

Johnny Depp con Malcolm Connolly (Getty Images)

La sicurezza ha anche detto che durante la luna di miele, in cui la coppia ha viaggiato da Bangkok a Singapore in treno, Depp aveva dei segni sotto gli occhi.

“È andato contro una porta, o una porta è andata contro di lui”, ha detto, facendo ridere l’aula. Connolly ha anche ricordato che l’attore “non era affatto felice” durante il viaggio.

“Non ho parole per descrivere quanto sia doloroso”

Nella sua prima deposizione, Amber Heard non ha potuto contenere la sua emozione e, davanti alla corte, ha confessato che è stato “orribile dover rivivere tutto” per settimane. L’attrice ha iniziato la sua testimonianza quattro settimane dopo l’avvio della querela per diffamazione intentata dall’attore e, nel corso di quattro giorni, ha ricordato le presunte situazioni di violenza fisica, supportate da prove fotografiche e documenti medici.

“Non ho parole per descrivere quanto sia doloroso”, ha ammesso.

“Lo stava spingendo dentro di me più e più volte”

La frase, pronunciata da Amber Heard, mentre guardava in basso, scuoteva la testa e singhiozzava, ricorda una delle aggressioni che Depp avrebbe commesso nella casa in Australia e che Dawn Hughes, la specialista in violenze interpersonali chiamata dalla difesa dell’attrice. , già citato in giudizio. “Me lo ha infilato dentro più e più volte”, ha detto Heard, descrivendo un momento in cui l’attore l’ha penetrata con una bottiglia di vetro.

Amber Heard si emoziona in tribunale (EPA)

“Ricordo di guardarmi intorno, di aver guardato tutte le bottiglie rotte, i vetri frantumati e ricordo di non aver voluto muovermi perché non sapevo se quella bottiglia che aveva dentro di me fosse rotta”, ha detto l’attrice, ricordando che è successo tutto dopo un grande argomento in cui l’attore, che era sotto l’effetto di alcol e droghe.

Questo non è stato l’unico episodio ricordato da Amber Heard che, in un discorso commosso, ha anche affermato che il suo ex marito l’ha accusata di nascondere la droga e che Johnny Depp ha persino “perquisito” le sue parti intime. Non ha specificato l’anno in cui ciò è avvenuto, ma ha assicurato che è successo durante una vacanza all’Hicksville Trailer Palace di Joshua Tree, negli Stati Uniti.

“Gli ho regalato un coltello come regalo di compleanno”

Dopo la testimonianza di Amber Heard, è stato il turno della difesa di Depp di interrogare l’attrice. L’avvocato Camila Vasquez ha interrogato Heard sul regalo che ha fatto al suo ex marito nel 2012 e ha chiesto a un ufficiale giudiziario di entrare nella stanza con il coltello inciso con il messaggio “Hasta la muerte” (Fino alla morte).

“Questo è il coltello che ha offerto all’uomo che si è ubriacato e l’ha aggredita, giusto?” ha chiesto l’avvocato, chiedendo anche a Heard se avesse offerto il coltello al suo ex marito in un momento in cui era violento.

Heard ha spiegato che, nel 2012, Depp era “dentro e fuori” dalla sobrietà, il che ha indotto l’avvocato a insistere sulla questione e a chiedere se avesse offerto “un coltello in regalo” al suo ex marito “durante questi cicli di violenze” .

“Gli ho regalato un coltello come regalo di compleanno all’inizio della nostra relazione, intorno al 2012”, ha risposto l’attrice, aggiungendo in seguito che “non ero preoccupata” che l’avrebbe “pugnalata”.

“Ti ho colpito, non ti ho preso a pugni”

Durante l’interrogatorio, Amber Heard ha dichiarato di non aver mai aggredito Johnny Depp e che, se era fisicamente violenta con il suo ex marito, era per difendersi dalle sue aggressioni. Davanti al tribunale, l’attrice ha persino affermato che la violenza è diventata una cosa normale nel matrimonio, ma ha giustificato i propri atti come meccanismi di difesa e ha persino affermato che il suo ex marito l’ha ridotta a donna.

“Non ho colpito Johnny in Australia. Non ho mai attaccato Johnny.

Tuttavia, durante il processo, ci sono state più volte in cui è stato mostrato l’audio di una discussione tra l’ex coppia in cui si può sentire Amber Heard ammettere di aver picchiato Depp.

“Ti ho colpito, non ti ho preso a pugni. Sei un fottuto bambino”, dice l’attrice nell’audio. Interrogata in tribunale, l’attrice ha affermato di aver dovuto “picchiarlo” per difendersi.

“Dovrei vedere com’era sotto il trucco”

Dopo una settimana di pausa nel processo, Amber Heard è tornata a testimoniare contro Johnny Depp, raccontando gli ultimi mesi di matrimonio della coppia.

Ad Amber Heard sono state mostrate le fotografie dei segni dell’aggressività e del viso gonfio, risultanti dall’ultima discussione della coppia, e ha rivelato di non essere mai stata vista in pubblico con i segni data la sua esperienza nel mascherare i lividi con il trucco.

“Non andrò per Los Angeles con i lividi sul viso”, ha detto.

L’avvocato di Depp, Camille Vasquez, ha interrogato Heard in merito alle molteplici foto scattate nei giorni successivi alla presunta aggressione, in cui l’attrice non appariva marcata.

“Dovrei vedere com’era sotto il trucco”, ha detto, aggiungendo che ha usato il ghiaccio per ridurre il gonfiore.

.

Add Comment