Analisi: I cambiamenti di Ceni impediscono al San Paolo di battere il Corinthians e di assumere la guida | San Paolo

Un primo tempo manuale, forse uno dei migliori della stagione. Un secondo in cui finalmente è apparso il volume del gioco del Corinthians. In parallelo, due diverse formazioni in campo. Il San Paolo ha sperimentato contrasti domenica pomeriggio alla Neo Química Arena e ha sprecato la grande occasione di rompere il tabù allo stadio Corinthians e prendere il comando nel Brasileirão.

L’1-1 fuori casa, abitualmente celebrato in retrospettiva storica, è stato rammaricato da Rogério Ceni. Il San Paolo ha prevalso nel primo tempo e solo non ha definito il confronto grazie a una grande prestazione di Cássio.

Nel secondo ha visto crescere i corinzi e raggiungere l’uguaglianza, prima che Igor Gomes, nei tempi di recupero, avesse in testa la possibilità della vittoria.

Rodrigo Nestor è stato uno dei momenti salienti del San Paolo nella partita — Foto: Marcos Ribolli

Nella prima parte della partita, Ceni ha mandato in campo una formazione con tre difensori (Diego Costa, Arboleda e Léo) e due esterni (Reinaldo e Igor Vinicius). Nel mezzo, i singoli slot di Du Queiroz, Renato Augusto e Maycon hanno minato il gioco del Corinthians.

Questa strategia annullò completamente l’imposizione comune dei Corinzi nell’arena. D’altra parte, con la palla tra i piedi, giocando molto con gli esterni, soprattutto Reinaldo sulla sinistra, il San Paolo si è imposto come ospite come non lo era da molto tempo. Il punteggio da 1 a 0 era economico.

Soddisfatto anche della prestazione, Rogério ha riconfigurato la squadra nella seconda fase per rispondere all’ingresso di un esterno (Adson) al posto di Gil. L’allenatore ha previsto questo cambio di Vítor Pereira e ha modificato il sistema con tre cambi anche prima che la palla rotolasse di nuovo.

Ceni ha fatto una fila di quattro atleti dietro (Rafinha, Arboleda, Diego Costa e Léo) e ha assistito alla crescita del volume corinzio. Senza l’adattamento, Du Queiroz e Renato Augusto, in particolare, hanno respinto il San Paolo.

Più cauto e privo di giocatori per contrattaccare, il San Paolo ha infastidito il Corinthians solo alla fine (e in modo importante). Igor Gomes ha sprecato l’occasione per regalare alla squadra la vittoria nei tempi di recupero, ma in un momento in cui il volume del Corinthians ha segnato un’inversione di tendenza.

“Un pareggio dall’amaro in bocca. Avrei dovuto vincerlo a casa loro”, dice Caio | La voce della folla

Ancora una volta, il San Paolo è riuscito a inserire individualmente la marcatura nei pezzi importanti del centrocampo del Corinthians. Renato Augusto, come nelle precedenti classiche, ha sofferto nello scontro diretto con Rodrigo Nestor e Igor Gomes.

In attacco Tricolore ha mostrato grande volume nella prima fase e si è costantemente messo in pericolo lungo le fasce, soprattutto a sinistra. Reinaldo si è distinto nel duello con Mantova ed è stato uno dei nomi principali della squadra.

Il San Paolo è riuscito comunque a trovare spazio tra le righe con le mosse di Luciano e Alisson. L’enorme volume di gioco è stato il risultato di una strategia che ha cancellato il Corinthians alla Neo Química Arena (almeno per 45 minuti).

Rogério Ceni si è pentito del risultato di un pareggio nella classica di Itaquera — Foto: Marcos Ribolli

Ceni ha pensato di formare una linea di quattro giocatori per insidiare la presenza di Willian e Adson aperti ai lati. Ma non ha funzionato e il Corinthians è cresciuto di volume, cercando spazi con atleti aperti.

Il gol esce con un passaggio non tagliato, tra le linee, che trova Lucas Piton libero sulla fascia sinistra. Un dettaglio fondamentale che ha impedito al San Paolo di rompere il tabù di ormai 16 partite senza battere il Corinthians nell’arena di Itaquera.

Calleri festeggia il gol segnato nella classica contro il Corinthians — Foto: REUTERS/Amanda Perobelli

Dopo il pareggio che ha impedito alla squadra di conquistare la vetta del Brasileirão, il San Paolo punta ancora sulla Copa Sudamericana, competizione in cui si è già assicurata un posto agli ottavi.

Possibilmente con una squadra molto modificata, Tricolor riceve Ayacucho, dal Perù, a Morumbi. L’inizio della partita è previsto per le 19:15 (ora di Brasilia).

Per il Brasileirão, il Tricolore torna in campo sabato, alle 19, contro il Ceará, a Morumbi.

+ Leggi altre notizie da San Paolo

Il podcast ge São Paulo è disponibile sulle seguenti piattaforme:

  • 🎧 Globoplay – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Spotify – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Google Podcasts – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Podcast Apple – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Pocket Casts – clicca qui per ascoltare!
  • ▶️ Premi play!

+ Guarda: tutto sul San Paolo su ge, su Globo e su sportv

— Foto: ge.globo

Add Comment