Charles Leclerc supera l’errore e si assicura la pole al GP di Spagna | formula 1

Charles Leclerc ha confermato il dominio della Ferrari a Barcellona, ​​ha stabilito un tempo di 1:18.750, l’unica volta per scendere sotto l’1:19, e si è assicurato la pole position nella sesta tappa della stagione, in Spagna, la sua quarta nel 2022. Verstappen completa la gara. prima fila e Sainz era terzo.

Charles Leclerc nelle qualifiche a Barcellona — Foto: Mark Thompson/Getty Images

Charles Leclerc ha dovuto fare i conti con molte pressioni per assicurarsi una partenza in testa, poiché il leader del campionato del mondo ha commesso un errore al suo primo tentativo di giro veloce in Q3 e non l’ha nemmeno completato. Pertanto, il monegasco ha avuto una sola possibilità e ne ha approfittato.

George Russell è stato il momento clou dell’attività, registrando la quarta volta, davanti a Sergio Pérez di RBR. Le due Mercedes si sono comportate bene durante tutti gli allenamenti in Spagna e dimostrano di poter essere competitive per il resto della stagione.

CHARLES: “Sento molto tempo. È stata una sessione molto difficile. Alla prima occasione ho sbagliato con le gomme e poi ho fatto solo un giro. Molto contento della pole, la macchina era perfetta. È una posizione importante per iniziare, ma in gara stiamo soffrendo molto per l’usura delle gomme, quindi dobbiamo stare attenti”.

VERSTAPPEN: “Non ho potuto fare il mio ultimo giro perché abbiamo avuto problemi e abbiamo perso potenza. Abbiamo fatto delle buone sessioni, sarà molto difficile sorpassare perché farà molto caldo. Dobbiamo essere morbidi con le gomme e cercare di attaccare al momento giusto”.

SAINZ: “Le condizioni non erano perfette a causa del caldo e del vento. La partenza sarà molto importante, dovremo fare i conti con le gomme più avanti. È una posizione di partenza decente”.

L’inizio delle qualifiche ha confermato quanto mostrato dalle attività libere: la Ferrari ha la migliore prestazione in pista a Barcellona. Leclerc e Sainz hanno aperto con i due migliori tempi, seguiti da Verstappen e le due Mercedes.

Sergio Pérez, uno dei tre piloti che ha partecipato a tutte le Q3 della stagione, è stato quello che si è distinto di più, realizzando solo il 7° tempo nel primo giro veloce, dietro a Valtteri Bottas. Anche Daniel Ricciardo non è partito bene, costantemente minacciato di essere escluso dalla Q2.

L’australiano è riuscito a recuperare all’ultimo secondo per assicurarsi la gara di ritorno, ma due campioni del mondo no. Sebastian Vettel e Fernando Alonso sono stati eliminati, con sorpresa dello spagnolo che alla radio ha pronunciato un “stai scherzando”.

Fernando ha avuto un incidente con Lando Norris mentre cercava di aprire un ultimo giro alla fine del tempo della Q1. La FIA ha indagato ma non ha fissato sanzioni per il britannico.

ELIMINATO: 16°- Sebastian Vettel, 17°- Fernando Alonso, 18°- Lance Stroll, 19°- Alexander Albon e 20°- Nicolas Latifi.

George Russell e Lewis Hamilton hanno continuato a dare speranza ai fan della Mercedes. I due piloti hanno aperto la seconda parte della classifica con ottimi giri, con il miglior giro del weekend di Russell, con 1:19.470.

  • Controlla il calendario F1 2022

Né le Ferrari né le RBR sono riuscite ad avvicinarsi al tempo del britannico. Hamilton ha ottenuto il secondo tempo più veloce, a poco più di 3 decimi dal suo compagno di squadra. Ma il campione del mondo ha mostrato perché possiede il titolo.

L’olandese ha fatto un ultimo giro veloce negli ultimi secondi con il tempo di 1:19.219 e ha chiuso in testa alla Q2. Charles Leclerc non ha fatto un secondo tentativo e ha preso solo il settimo tempo.

Sorprendentemente, entrambe le vetture Haas si sono assicurate un posto nella Q3, Mick Schumacher al 10° e Magnussen al 5°. Lando Norris ha superato il limite della pista, ha escluso un giro ed è stato eliminato.

ELIMINATO: 11°- Lando Norris, 12°- Esteban Ocon, 13°- Yuki Tsonoda, 14°- Pierre Gasly e 15°- Guanyu Zhou.

Verstappen è stato colui che ha fatto segnare il giro più veloce all’inizio della Q3, facendo segnare 1:19.073, il miglior tempo del weekend. Leclerc ha fatto un ottimo tempo, con il miglior secondo settore, ma ha perso il controllo della vettura e non ha concluso il giro.

Anche Sainz si è divertito molto, finendo tre decimi e mezzo secondo dietro al campione del mondo olandese. Ma il monegasco ha dato la risposta al termine dell’attività. Il leader del campionato del mondo ha fatto segnare uno spettacolare tempo di 1:18.750 e ha preso il comando all’unica possibilità che aveva.

Info e programma del GP di Spagna F1 2022 — Foto: Infoesporte

Add Comment