Guarda come può essere viaggiare su un aereo a due piani

Volare in classe economica per un lungo periodo di tempo è un’esperienza che spesso è più supportata che goduta, ma un designer di sedie per compagnie aeree crede che il suo design potrebbe rivoluzionare i viaggi in economy.

Il concetto di “Chaise Longue Airplane Seat” di Alejandro Núñez Vicente è iniziato su piccola scala l’anno scorso come progetto universitario per l’allora 21enne. È seguita rapidamente una nomination per i Crystal Cabin Awards 2021, uno dei migliori premi nel settore dell’aviazione, e il design è diventato al centro di una raffica di attenzione online a seguito di un articolo di CNN Travel.

Da allora, Núñez Vicente ha suscitato scalpore nel mondo dell’aviazione. Ha preso una pausa dal suo master per sviluppare il progetto a tempo pieno.

È in trattative con le principali compagnie aeree e produttori di sedili per aerei. Ha ricevuto un grande investimento che ha permesso lo sviluppo del progetto.

Ma mentre alcuni si meravigliano dell’innovazione di Núñez Vicente, altri indietreggiano, preoccupati per la claustrofobia e convinti che sedere qualcuno sotto qualcun altro sarebbe peggio, non meglio, dell’attuale configurazione di classe economica di un aereo.

“Imparo di più ascoltando le critiche e i commenti negativi che ascoltando i buoni commenti e i complimenti che mi vengono dati”, afferma Núñez Vicente, in una conversazione con CNN Travel ad Amburgo, in Germania, dove presenta il suo progetto ad Aircraft Fiera degli interni 2022.

Il design è per il viaggiatore frequente e Núñez Vicente dice che non vede l’ora di ascoltare ciò che i futuri passeggeri avranno da dire, sia positivo che negativo.

“Il mio obiettivo è cambiare i posti in classe economica per il bene dell’umanità, o per tutte le persone che non possono permettersi i biglietti più costosi”, dice.

Núñez Vicente dovrebbe ricevere ancora più feedback questa settimana. La Fiera è una delle più grandi al mondo nel settore dell’aviazione e sta debuttando il primo prototipo in scala reale del suo progetto.

CNN Travel si è fermata per avere un’idea di come sarebbe volare su un aereo a due piani.

La prova concettuale

La sedia dell’aeroplano Chaise Longue in mostra alla Fiera degli interni degli aeromobili 2022 ad Amburgo (Via Francesca/CNN)

Primo, il livello più alto. Núñez Vicente ha progettato il prototipo con due gradini a forma di scala che i passeggeri possono utilizzare per accedere al livello superiore. È un po’ traballante, ma una volta al piano di sopra, la sedia sembrava spaziosa e confortevole, con molto spazio per sgranchirsi le gambe. Le sedie prototipo non si muovono, ma ciascuna è posizionata in una posizione diversa per indicare come possono reclinarsi.

Il design di Núñez Vicente elimina il vano bagagli in testa. Per sostituirlo, ha progettato uno spazio tra il livello superiore e quello inferiore in cui i passeggeri possono riporre il bagaglio a mano.

Nelle vaste sale del centro congressi Hamburg Messe, è difficile immaginare come sarebbe essere così vicini al tetto della cabina. Núñez Vicente calcola che ci sarebbero circa 1,5 metri che separano il passeggero seduto dalla parte superiore del tetto della cabina dell’aereo. Sostiene che mentre un passeggero non può stare in quello spazio, questo è spesso il caso nelle odierne file di classe economica, anche se presumibilmente i passeggeri più alti sono ancora più “schiacciati” da questo design.

Poi ho provato il livello inferiore di sedie. La frustrazione di Núñez Vicente per la mancanza di spazio per le gambe è stata l’impulso originale per il design e il fatto che non ho una sedia allo stesso livello davanti a me mi permette di allungare le gambe e appoggiare i piedi su un riposo, per conforto.
Tuttavia, poiché l’altro livello di sedie è direttamente sopra di me e nella mia linea di vista, sembra piuttosto claustrofobico. Ma per coloro che non si preoccupano degli spazi ristretti e vogliono semplicemente dormire per tutto il volo, questa può essere una soluzione efficace.

Prossimi passi

Gli spazi a forma di bozzolo hanno un poggiapiedi in modo che i passeggeri possano sgranchirsi le gambe (Via Francesca/CNN)

La sedia Chaise Longue è stata inizialmente progettata per l’aereo Flying-V, un nuovo concetto di aeroplano attualmente in fase di sviluppo presso la Delft University of Technology, l’alma mater di Núñez Vicente.

Ora, crede che il progetto possa essere implementato su un Boeing 747, un Airbus A330 o qualsiasi altro aeromobile di dimensioni medio-grandi.
Núñez Vicente è ambizioso ed è fiducioso che il suo progetto possa diventare realtà, ma riconosce anche che le idee insolite per i sedili degli aeroplani non vanno sempre dal concetto alla realtà. È un processo lungo e le rigide regole e normative del settore possono diventare un ostacolo.

Inoltre, i sedili nelle file di un aereo di classe economica non cambiano da decenni, nonostante i tanti concetti immaginati dai progettisti.

“Una delle frasi che sento spesso è: ‘Se non è rotta, perché sostituirla?’”, ammette Núñez Vicente. “Quindi, se i passeggeri continuano a volare nei peggiori posti in classe economica, perché daremo loro un’opzione migliore? Questo fa soldi. E alla fine della giornata, questo è lo scopo delle compagnie aeree, non migliorare l’esperienza di volo per i passeggeri”.

Tuttavia, il progettista della sedia dell’aeroplano sta già lavorando al passaggio successivo del processo, progettando la struttura in modo che sia più leggera della versione attuale.

Spera di collaborare con una compagnia aerea o un produttore di sedili per aeroplani in modo che possa accadere.

“In questo momento, stiamo mostrando al mercato quello che abbiamo. E lasciamo che il mercato venga a dirci cosa dobbiamo fare dopo”, dice.

Núñez Vicente potrebbe collaborare con esperti del settore con anni di esperienza, ma il progetto è iniziato nella camera da letto dei suoi genitori e la famiglia rimane una parte importante del processo.

È alla Fiera con i suoi genitori al seguito. Hanno viaggiato attraverso l’Europa con il prototipo della Chaise Longue su un furgone e lo hanno aiutato a montare le sedie sul posto.

“Certo, all’inizio nessuno si aspettava che questo arrivasse al punto in cui siamo oggi. Ma tutti sapevano che sarei stato in grado di fare qualcosa”, dice Núñez Vicente.

“Se me l’avessi chiesto prima, avrei detto che forse era solo un progetto universitario. Se me lo avessi chiesto ora, dopo tutto il duro lavoro, dopo tutto lo sforzo di tante, tante persone – direi che ora è più di una realtà, questo come il futuro della classe economica”.

.

Add Comment