Leclerc partirà dalla pole position al GP di Spagna di F1

Charles Leclerc ha conquistato la pole position per il Gran Premio di Spagna di Formula 1. Il pilota della Ferrari ha superato il rivale Max Verstappen per assicurarsi la 13a pole della sua carriera, la quarta nella stagione 2022. Verstappen completa la prima fila in seconda posizione.

Carlos Sainz ha commesso un errore nel suo ultimo giro della Q3 e si è dovuto accontentare del terzo posto in griglia. Alle spalle dello spagnolo, George Russell ha messo la Mercedes in P4.

La terza fila sarà formata da Sergio Perez, della Red Bull, e Lewis Hamilton, della Mercedes.

L’Alfa Romeo Valtteri Bottas parte settimo, davanti a Kevin Magnussen di Haas in quarta fila. Daniel Ricciardo della McLaren al nono posto e Mick Schumacher della Haas completano la top 10.

È stata una brutta giornata per Fernando Alonso e Sebastian Vettel, entrambi eliminati in Q1.

Q1 – 18 minuti di pista, gli ultimi cinque vengono eliminati

Guanyu Zhou è stato il primo in pista quando è stato dato il via libera. Con le gomme morbide, il primo pilota cinese a correre in F1 ha segnato 1:21.065. Successivamente, è stata la volta dei piloti AlphaTauri. Yuki Tsunoda era 0.7s e Pierre Gasly 0.9s dietro il giro del pilota dell’Alfa Romeo.

All’inizio della sessione, dal retro dell’AT03 di Gasly è uscito del fumo bianco.

Poco dopo, Sergio Perez ha preso la prima posizione con un tempo di 1:20.447, ma è stato rapidamente superato dal compagno di squadra Max Verstappen di 0.356, nonostante un terzo settore scadente del campione del mondo in carica.

Con 10 minuti dalla fine della sessione, Sainz ha segnato 1:19.892 per guidare la sessione. Ma non durò a lungo. Leclerc ha immediatamente superato il suo compagno di squadra di 31 millesimi assicurandosi la prima posizione.

Alla Mercedes, George Russell era quarto davanti al suo compagno di squadra Lewis Hamilton. Il W13 non si è comportato bene nell’ultimo settore a Barcellona.

A cinque minuti dalla fine della sessione, quelli eliminati sono stati Alexander Albon, Lance Stroll, Michael Schumacher, Nicholas Latifi e Gasly. Daniel Ricciardo era 15° ed era in zona a rischio.

A due minuti dalla fine, la stragrande maggioranza dei piloti è tornata in pista.

Latifi è migliorato, ma non abbastanza per uscire dalla zona di eliminazione. Schumacher ha fatto un buon giro ed è salito al 10° posto, con Gasly subito dietro in 11°.

Sebastian Vettel non ha fatto un buon giro e, come Fernando Alonso, sono stati eliminati in Q1 insieme al duo Williams Albon e Latifi. Lo spagnolo alpino è rimasto bloccato dietro la McLaren di Norris prima di aprire il suo giro veloce e non è riuscito a migliorare il suo tempo.

Q2 – 15 minuti in pista, i primi 10 si qualificano per la pole

Schumacher è stato il primo in pista con il semaforo verde. Hamilton e Russell furono i prossimi.

Hamilton ha segnato un tempo di 1:19.794, nonostante un errore all’ultima curva. Russell ha preso la prima posizione, con il miglior giro del fine settimana, 1:19.470.

Perez era terzo, mentre Leclerc era quarto. Verstappen ha occupato la P6 e Sainz ha occupato la P7.

A due minuti dalla fine della Q2, gli eliminati sono stati Gasly, Tsunoda, Zhou, Esteban Ocon e Ricciardo.
Con il tempo in calo, Sainz ha preso il comando con il tempo di 1:19.453, appena 17 millesimi di vantaggio su Russell.

Anche Magnussen è migliorato ed è risalito al quarto posto, mentre Verstappen si è assicurato il miglior giro del fine settimana in 1:19.219.

Verstappen, Sainz, Russell, Hamilton e Magnussen hanno completato i primi cinque in Q2, mentre quelli eliminati sono stati Norris, Ocon, Tsunoda, Gasly e Zhou.

Q3 – 12 minuti che definiscono la pole position

Schumacher è stato di nuovo primo in pista con il semaforo verde, seguito dal suo compagno di squadra Haas Magnussen.

I piloti si sono rapidamente inseriti in pista, ad eccezione di Verstappen e Perez. Il duo Red Bull è stato l’ultimo a lasciare la pit lane.

Hamilton ha segnato 1:19.664 per condurre la sessione, ma è stato superato da Sainz di 0.241. Leclerc ha fatto un buon giro, ma è andato in testacoda alla curva 14.

Verstappen è stato il più veloce nei settori uno e tre a registrare 1:19.073 e ad assicurarsi la pole provvisoria in Spagna, ma mancava ancora un tentativo ai piloti.

Con il cronometro che segnava poco più di tre minuti dalla fine della Q3, Leclerc è tornato in pista. Dopo l’errore del primo tentativo, il pilota Ferrari occupava la decima posizione.

Leclerc ha segnato 1:18.750 per prendere la P1, mentre Sainz ha mancato nel primo settore ed è rimasto in P3.

Russell si è assicurato il primo miglior settore, ma non ha fatto bene nell’ultimo ed era quinto.

Verstappen ha lamentato una mancanza di potenza nella sua RB18 durante il suo ultimo tentativo, non ha migliorato il suo giro e condividerà la prima fila del GP di Spagna con Leclerc.

Scopri la griglia di partenza del GP di Spagna di F1:

1) Charles Leclerc (Ferrari) 1’18.750
2) Max Verstappen (Red Bull) 1’19.073
3) Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 1’19.166
4) George Russell (Mercedes) 1’19.393
5) Sergio Perez (Red Bull) 1’19.420
6) Lewis Hamilton (Mercedes) 1’19.512
7) Valtteri Bottas (Alfa Romeo/Ferrari) 1’19.608
8) Kevin Magnussen (Haas/Ferrari) 1’19.682
9) Daniel Ricciardo (McLaren/Mercedes) 1’20.297
10) Mick Schumacher (Haas/Ferrari) 1’20.368
11) Lando Norris (McLaren/Mercedes) 1’20.471
12) Esteban Ocon (Alpine/Renault) 1’20,638
13) Yuki Tsunoda (Alpha Tauri/Red Bull) 1’20.639
14) Pierre Gasly (AlphaTauri/Red Bull) 1’20.861
15) Zhou Guanyu (Alfa Romeo/Ferrari) 1’21,094
16) Sebastian Vettel (Aston Martin/Mercedes) 1’20.954
17) Fernando Alonso (Alpine/Renault) 1’21.043
18) Lance Stroll (Aston Martin/Mercedes) 1’21.418
19) Alexander Albon (Williams/Mercedes) 1’21.645
20) Nicholas Latifi (Williams/Mercedes) 1’21.915

Add Comment