Mavs fa sembrare Kevon Looney come Shaquille O’Neal

I Golden State Warriors guidano l’ultima serie del West per 2-0 sui Dallas Mavericks. In una concorrenza così agguerrita, ogni dettaglio fa la differenza. Ma il fatto è che i Mav fanno sembrare Kevon Looney come Shaquille O’Neal. Non che sia qualcosa del genere, ma è un giocatore decente, molto sottovalutato.

In effetti, in una situazione normale, Looney non farebbe nemmeno tutto questo se il centro previsto per iniziare, il giovane James Wiseman, fosse in buona salute. Inoltre, ha guadagnato così tanto tempo in campo solo perché Draymond Green è rimasto coinvolto in falli durante i primi tre quarti della seconda partita.

E Looney con quello?

Ci andò e fece il suo lavoro. Primo, difendere, chiudere gli spazi. Poi appare in attacco perché i Mavericks non possono usare Dwight Powell in condizioni normali. Quindi l’allenatore Jason Kidd preferisce usare Maxi Kleber, che è un altro tipo di giocatore. Ci sono stati 21 punti e 12 rimbalzi in 32 minuti.

I Warriors hanno fatto quello che hanno già fatto con la squadra

Non è una novità per un centro distinguersi dai Golden State Warriors. Il russo Timofey Mozgov, ad esempio, ha approfittato delle formazioni basse dei Warriors nelle finali del 2015. A quel tempo, i Cleveland Cavaliers stavano guidando la decisione NBA per 2-1 e l’allenatore Steve Kerr aveva bisogno di apportare modifiche per la quarta partita. Quindi Kerr ha servito l’australiano Andrew Bogut e ha usato Draymond Green come pivot, lasciando Mozgov nel sacco.

Mozgov infatti brillava con 28 punti e 12 rimbalzi, ma i Cavs non vinsero più in quella serie ei Warriors conquistarono il loro primo titolo in 40 anni.

Nella corrente playoff al centro Steven Adams ha fatto la differenza per i Memphis Grizzlies contro i Warriors. I Grizzlies avevano perso Ja Morant nella serie di semifinali della conferenza, quindi l’allenatore dei Grizzlies Taylor Jenkins, vedendo che la sua squadra stava perdendo molto nella vernice, ha usato Adams. Anche se all’inizio ha avuto un effetto, non era sostenibile e ovviamente i Warriors sono arrivati ​​alle finali occidentali.

Leggi di più!

I Lakers nominano i finalisti per il capo allenatore
Knicks è interessato all’acquisizione di Malcolm Brogdon
La NBA annuncia le squadre difensive ideali per la stagione 2022

Miglior stagione Looney della sua carriera

Kevon Looney è alla sua settima stagione della sua carriera, sempre con i Golden State Warriors. Nella sola stagione 2021-22 è stato titolare in quasi tutte le partite (80 su 82). Sì, è successo solo perché James Wiseman è infortunato, ma anche così, l’atleta ha fatto il suo lavoro.

Looney non è la prima, la seconda, la terza opzione offensiva. In realtà, non è uno. Il centro riceve palloni solo in casi molto specifici, dopo doppie marcature sulle protezioni, mentre è libero.

Potrebbe non essere un grosso problema per un giocatore NBA, ma il due volte campione ha segnato 6,0 punti e 7,3 rimbalzi in circa 21 minuti. Naturalmente, questi non sono numeri che impressionano nessuno tranne Steve Kerr.

Va bene, tutto bene, ma…

Nonostante abbia segnato una doppia doppia nelle finali della conference, Looney potrebbe non continuare con i Warriors per la prossima stagione. Questo perché è un free agent illimitato alla fine del 2021-22 e, come già riportato, la squadra spera di avere Wiseman il prima possibile.

Sapendo che il loro pivot è apprezzato, i Warriors, che lavorano sempre con molta attenzione quando si tratta di tetto salariale, non potranno competere con le altre proposte che riceverà.

A pensarci bene, credo che rimanga solo se fa uno sconto di gratitudine, dopo aver ricevuto “solo” $ 5,1 milioni nel 2021-22. Anche se sembra molto, è al di sotto della media del campionato a circa $ 8,5 milioni.

Anche se se ne va, è improbabile che Looney inizi una squadra in campionato. Se le voci su un cambio di squadra aumentano, i Warriors potrebbero spostare la loro attenzione sui centri in brutta copia.

Comunque, non capita tutte le sere che i Mav facciano sembrare Kevon Looney come Shaquille O’Neal. Aspettatevi aggiustamenti da Jason Kidd nella terza puntata della serie. Altrimenti, vedremo il perno risaltare ancora una volta.

Iscriviti al canale Jumper Brasil su Youtube

Tutte le informazioni NBA sono sul canale Jumper Brasil. Analisi, statistiche e suggerimenti. Iscriviti, metti mi piace e attiva le notifiche per non perdere nessuno dei nostri contenuti.

seguilo Maglione Brasile sui tuoi social network e discuti con noi del meglio che succede in NBA:

Instagram
twitter
Facebook
gruppo su whatsapp
canale su telegramma

Add Comment