Nubank scioglie il 21% nella settimana dopo la fine del lock-up, che ha limitato la vendita di azioni da parte degli “squali”

Quando ha debuttato alla Borsa di New York (NYSE) nel dicembre dello scorso anno, per un valore esuberante di 41,5 miliardi di dollari, il Nubank (NUBR33) probabilmente non si aspettava di vedere il suo valore di mercato svanire in pochi mesi.

Dall’IPO, 23,9 miliardi di dollari sono già andati persi in valore di mercato e il fintech che in precedenza valeva più del Itau Unibanco (ITUB4) oggi ne vale quasi un terzo.

Proprio questa settimana, il prezzo delle azioni Nubank è sceso del 21% ed era vicino al rinnovo della quotazione minima. Proprio oggi il titolo è sceso del 12% e ha chiuso a 3,81 dollari.

Dietro questo calo significativo, possiamo citare due fatti importanti: la fine del periodo di lock-up delle azioni e la pubblicazione del bilancio del primo trimestre.

Spieghiamo entrambi:

Leggi anche:

Fine di blocco potrebbe aver influenzato il prezzo

La fine del periodo di blocco ufficialmente terminato martedì (17) e si ipotizzava già che ciò potesse intaccare ulteriormente le azioni di Nubank.

IL blocco è una clausola contrattuale che stabilisce un periodo durante il quale agli investitori è vietato vendere le azioni di una società.

Nel caso di Nubank la norma si estendeva anche ai BDR, ovvero gli incassi per titoli negoziati su B3.

Con la fine del vincolo, azionisti, amministratori e membri del consiglio di amministrazione sono liberi di disporre delle azioni di Nubank. Vale la pena ricordare che la regola non includeva i clienti che ricevevano il “pezzino” di Nubank nel programma NuSócios. Questi sono ancora limitati fino a dicembre.

Nella teleconferenza post-risultati, il presidente di Nubank, David Vélez, ha cercato di trasmettere un’immagine di tranquillità su questo argomento.

“Loro [os investidores] ci hanno detto che non hanno alcun interesse a vendere azioni a breve termine. Personalmente vendo anche zero azioni Nubank”.

David Velez, CEO di Nubank

Tuttavia, la verità è che c’è stato un aumento significativo del volume degli scambi delle azioni di Nubank dopo la fine del lock-up. Prima del 17, la media era di circa 13 milioni di scambi giornalieri. Ma da martedì a giovedì, il volume ha superato la soglia dei 100 milioni.

Il bilancio di Nubank ha mostrato un aumento della delinquenza…

Oltre alla fine del periodo di lock-up, Nubank ha pubblicato lunedì il saldo del primo trimestre.

Per quanto il Nubank (NUBR3) ha registrato una riduzione della perdita netta nel confronto annuale, la delinquenza su 90 giorni è aumentata vertiginosamente tra dicembre 2021 e marzo 2022.

L’aumento è stato di 0,7 punti percentuali, raggiungendo il 4,2%. Vale la pena ricordare che Itaú BBA ha stimato che il tasso di insolvenza di Nubank sarebbe salito di 0,6 punti percentuali, al 4,1%, mentre Goldman Sachs prevedeva una crescita più modesta, al 3,8%.

Nubank ha cercato di metterci un freno, dicendo che l’aumento sarebbe stato solo di 0,3 punti percentuali se l’indice fosse stato corretto per la stagionalità e il mix di prodotti.

Tuttavia, ha attirato l’attenzione anche la morosità tra 15 e 90 giorni: l’aumento è stato di 1,10 punti percentuali, al 3,7%. Ma, ancora una volta, Nubank ha affermato che, a seguito dell’adeguamento, non ci sarebbe stato alcun cambiamento nell’indice.

…ma gli analisti hanno minimizzato l’aumento

Nonostante il notevole aumento delle insolvenze, alcune banche di investimento che coprono Nubank hanno minimizzato il deterioramento del portafoglio prestiti.

IL JP Morganad esempio, confrontando l’aumento di Il default totale di Nubank con il inadempimento degli individui a Bradesco (che è cresciuto di 0,6 punti percentuali da un trimestre all’altro) e ha affermato che i risultati sono in linea.

Allo stesso tempo, il BTG Pactual ha affermato che la delinquenza sembra essere sotto controllo, nonostante l’aumento. Questo venerdì, BTG ha rivisto la raccomandazione per le azioni di Nubank da vendere a neutrale.

“Nonostante l’avvertimento con l’entità dell’aumento del tasso di insolvenza, ci piacciono i risultati di Nubank nel primo trimestre del 2022, soprattutto considerando l’impatto che l’espansione della clientela e dei prestiti dovrebbe avere sui risultati di Nubank a medio e lungo termine “, ha affermato il UBS BB in relazione.

già il Itau BBA ha mantenuto un tono cauto con Nubank e ha sottolineato che la qualità del credito si è deteriorata un po’ più rapidamente.

“L’aumento più rapido della delinquenza ha ridotto il tasso di copertura del 10%, al 229%, che non ci aspettiamo sia ben accolto dal mercato”, ha sottolineato Itaú.

È ora di acquistare Nubank?

Alcune case di analisi continuano a raccomandare l’acquisto dei giornali. Di quelli a cui Seu Dinheiro aveva accesso, solo Itaú BBA consiglia di vendere. Aspetto:

Banca Raccomandazione Etichetta del prezzo
UBS BB Acquistare 11,50 USD
Goldman Sachs Acquistare US$ 12,00
BTG Pactual Neutro US$ 4,00
JP Morgan Neutro US$ 8,00
Itau BBA Sottoperformare (vendita) $ 6,60
Fonte: UBS BB, Goldman Sachs, BTG Pactual, Itaú BBA, JP Morgan

Leggi anche:

Add Comment